Dario Napoli Modern Manouche Project special guest Paulus Schäfer


Anche se Django Reinhardt è l’ispirazione principale dietro il trio, nel suo Modern Manouche Project, Dario Napoli intende includere le influenze più contemporanee nella sua versione di swing zingaro, introducendo elementi di stili musicali più moderni come bebop, funk e jazz moderno. Il risultato è un suono imprevedibile ed esuberante, che ruba da varie epoche musicali e che conduce l’ascoltatore attraverso una ricca e vibrante esperienza sonora, senza mai abbandonare del tutto l’impronta gitana di Django.
Alla VI edizione del Pennabilli Django Festival il Modern Manouche Project avrà un ospite d’eccezione, il chitarrista olandese Paulus Schäfer.

FORMAZIONE:
Dario Napoli (chitarra)
Paulus Schäfer (chitarra)
Tommaso Papini (chitarra)
Maurizio Bozzi (basso)

 

Dario Napoli
ha appena pubblicato il suo terzo disco solista, “My Favorite Spot”, dopo “Make it a Sunny Day” nel 2014 e “Gypsy Bop” nel 2011, recensiti positivamente su djangostation.com. Si è esibito in diversi festival ben noti come il Samois sur Seine Django Festival, Eddie Lang Jazzfest, Valdarno Jazz, Django in June, Pennabilli Django Fest, Petralia Djangofestival, Trasimeno Blues, Cloughtoberfest, Django sur Lennon, March Manouche Fest, ecc. Dario ha condiviso il palco con alcuni dei più grandi artisti del genere, tra cui Stochelo Rosenberg, Paulus Schäfer, Wawau Adler, Sebastian Giniaux, Tcha Limberger, Adrien Moignard, Gonzalo Bergara, e Robin Nolan.
http://www.darionapoli.com

Paulus Schäfer (1978)
è uno dei chitarristi Gypsy Jazz più talentuosi dei Paesi Bassi. Nato in una comunità olandese dei Sinti (Gypsy), ha imparato a suonare la chitarra in tene

Paulus Schäfer

ra età. Oltre ad ascoltare i compagni Sinti e le registrazioni del suo idolo Django Reinhardt, è stato Wasso Grünholz – una leggenda all’interno della comunità Sinti – dalla quale ha imparato di più. Dopo un breve periodo in cui Paulus assunse brevemente la chitarra solista di Jimmy Rosenberg nei Gipsy Kids, formò la Paulus Schäfer Gipsy Band e registrò il suo album di debutto Into the Light nel 2002, seguito da molti concerti e numerosi – headliner – inviti ai festival jazz: Sziget Festival Budapest (H), Khamoro Prague (CZ), IGGF Gossington (Regno Unito), Django Reinhardt Festival Samois-sur-Seine (FR), Gipsy Festival Anger (FR), International Gipsyfestival (NL), Festival internazionale della chitarra Kaluga (RU), Django in June (USA), Copenhagen Jazz Festival (DNK), Djangofollies (BEL), Django Liberchies (BEL), Tampere Guitar Festival 2015 (FIN), Seixal Jazz (PO), Jazz Dock Prag (CZ), Victoria Django Festival (CAN), Raduno Mediterraneo Jazz Manouche (ITA), Amersfoort Jazz (NL), Haarlem Jazz (NL), Breda Jazz (NL), Jazz a Duketown (NL), Yes Gouda Jazz, Jazzclub Reduta Prag (CZ), Clamores Madrid (ES), Django Amsterdam (NL), Django a Gogo (Stati Uniti), Carnegie Hall NY (USA) ecc. Per nominare un po’… Essendo un musicista molto richiesto, Paulus si trova spesso sul palco con altri musicisti come The Rosenberg Trio, Biréli Lagrène, Stochelo Rosenberg, Stephane Wrembel, Al Di Meola, Fapy Lafertin, Larry Keel, Jimmy Rosenberg, Tim Kliphuis, Feigeli Prisor , Andreas Öberg, Olli Soikkeli, Gonzalo Bergara, Ritary Gaguenetti, Jan Kuiper, Jan Akkerman, Peter Beets, Tcha Limberger, Dominique Paats ecc. Si possono trovare su molti album. Ha anche registrato altri due album con il suo gruppo nel 2006, Desert Fire e Live al NWE Vorst con Paulus Schäfer Gipsy Band e The Tilburg Big Band. Nel marzo 2012 ha pubblicato il dodicesimo anno, in cui ha garantito l’assistenza di Tim Kliphuis, Nous’che e Stochelo Rosenberg. Nello stesso anno sono stati pubblicati due nuovi album. Il sorprendente Rock Django e l’album scandinavo con Hot Club d’Europe Kouvola Junction. Nel novembre 2014 ha registrato con il suo trio e fisarmonicista Dominique Paats il cd album Rocky. Con un CD dedicato a van Gogh, registrato nell’ottobre 2015 Paulus Schäfer porta un omaggio a questo artista olandese di Brabant. È un album unico delle sue composizioni esclusive. Paulus ha un suono particolare, facilmente riconoscibile, e sebbene tutti gli album di Paulus siano fedeli a un caratteristico suono Gipsy Jazz / Swing Paulus è sempre alla ricerca di un nuovo suono moderno. Non solo per ampliare i propri orizzonti, ma anche arrivare ad un suono Gipsy Jazz più rappresentativo per il 21 ° secolo. Il violinista Tim Kliphuis descrive Paulus: “Il suo tono di canto, la sua tecnica spaventosa e gli assoli ben bilanciati mi ricordavano immediatamente i miei giorni con Fapy Lafertin, che si rivelò essere stato il mentore di Paulus ‘. Il 30 maggio 2013 è stato premiato dal Sig. Akimov del Festival Internazionale di Chitarra “The World of Guitar” (Kaluga – Federazione Russa) per il suo “contributo speciale allo sviluppo contemporaneo di Gypsy Jazz”.
http://www.paulusschafer.com

In programma il 30 dicembre 2017 h21.15 presso L’Hotel Duca del Montefeltro
Per prenotazioni : http://www.liveticket.it/evento.aspx?Id=99117&

http://www.facebook.com/DarioNapoliGuitar

I commenti sono chiusi